Il ruolo del nutrizionista è quello di formare una coscienza alimentare che non significa soltanto dimagrire, ma raggiungere un’armonia con il cibo che permetta il mantenimento dei risultati nel lungo periodo.

Attraverso una consapevolezza nutrizionale e specifici test è possibile riconoscere e risolvere le intolleranze alimentari sempre più diffuse.

Una sana alimentazione inoltre rappresenta un freno alla vecchiaia e alle malattie e a sentirsi sani e vitali.

L’Alimentazione non è solo Nutrizione

dieta come strategia antitumorale

Cambiare abitudini alimentari è senza dubbio difficile, ma perchè lo è così tanto? Se bastasse mangiare la giusta quantità di carboidrati, proteine, omega 3, vorrebbe dire che per alimentarci potrebbe bastare la barretta dell’astronauta, in cui tutto è bilanciato perfettamente. Ma, mentre l’astronauta non ha molta scelta, noi sulla Terra possiamo, per fortuna, scegliere!

Allora cosa vuol dire DIETA? Non significa “programma per perdere peso”, ma essere a dieta significa mettere in equilibrio (o almeno cercare di farlo) i tre pilastri che rappresentano le fondamenta dello stile di vita di ogni persona:

  1. Attività fisica;
  2. Alimentazione;
  3. Benessere psico-sociale.

Non a caso l’alimentazione è al centro. Infatti, accanto alla necessità di assumere la giusta quantità dei vari nutrienti, per dimagrire e rispettare un regime alimentare corretto occorre considerare che l’alimentazione investe diverse sfere della nostra vita, tutte fondamentali ed egualmente importanti di cui occorre tener conto. Il raggiungimento e il mantenimento di questo equilibrio è cruciale non solamente per il dimagrimento, ma perchè la persona stia realmente e profondamente bene.

Nella mia visione olistica, il cibo assume il ruolo di uno straordinario collante sociale. Accorgersene è semplice: basti pensare che, ad esempio, molti appuntamenti di lavoro si svolgono proprio nelle ore del pranzo, o che spesso il momento in cui la famiglia si riunisce è proprio a tavola.
La corretta alimentazione ha bisogno di educazione e seguire una dieta che ci faccia stare bene con noi stessi è il primo passo che ci permette di stare bene anche con gli altri. Sicuramente seguire la dieta mediterranea è un primo passo nella direzione giusta, ma non basta. La vera natura dell’Uomo è vegana. Il nostro organismo, infatti, funziona al meglio quando sono i vegetali a recitare il ruolo di protagonisti della nostra alimentazione.

L’applicazione della dieta vegetariana-vegana, nel rispetto comunque delle esigenze e dei gusti del Paziente, e l’utilizzo della Fito- e della Floriterapia che applico ogni giorno, va esattamente in questa direzione, perché credo che il mio lavoro consista nel cercare di riarmonizzare quanto più possibile i tre aspetti della “dieta”, nel rispetto totale del Paziente.

Dott. Paolo Bianchini, Biologo Nutrizionista

Se sta bene l’intestino stai bene tu!
alimentazione come prevenzione

L’intestino svolge numerosi ruoli nel raggiungimento e nel mantenimento di un buono stato di salute. Le sue competenze sono infatti:

  • Nervosa: produzione di neuropeptidi e neurormoni;
  • Endocrina: produzione di ormoni;
  • Immunitaria: produzione di citochine.

Ciò significa che una perturbazione a livello intestinale si ripercuote inevitabilmente a livello sistemico. Significa anche che agire a livello del tratto gastro-intestinale, preservando o ristabilendo la sua integrità istologica (Sindrome dell’Intestino Permeabile), le sue funzioni molteplici equivale a prevenire e a curare alterazioni patologiche tanto locali quanto sistemiche.

Nutrizionista: dott. Paolo Bianchini

Test eseguibili presso il Centro

In ambulatorio è possibile eseguire test semplici, affidabili e non invasivi che hanno lo scopo di personalizzare al massimo l’intervento nutrizionale e fitoterapico. I test che è possibile richiedere sono:
  • Test bioimpedenziometrico (BIA). La BIA è un test che utilizza un apparecchio che misura, attraverso l’introduzione di una piccola corrente nel corpo attraverso degli elettrodi, la proporzione di massa magra e massa grassa e di acqua corporea. La massa magra conduce la corrente elettrica, la massa grassa funziona invece da isolante. Misurando la corrente che passa nel corpo, con opportune equazioni si riesce a risalire alla proporzione tra i due compartimenti corporei.
  • Mineralogramma del capello. Il Mineralogramma del capello permette di valutare l’equilibrio minerale dell’organismo e l’eventuale presenza di metalli tossici che possono produrre seri danni all’organismo. E’ il miglior test per caratterizzare la tipologia metabolica della persona. Ci dice molto sul funzionamento metabolico e ormonale, molto prima che i valori biochimici alterati siano rilevabili con le comuni analisi del sangue e con estrema precisione.
  • EcoIntestinal Test Plus (EIT-PLUS). E’ un test che analizza gli squilibri dell’apparato digerente attraverso 27 parametri fra loro integrati ottenuti da un campione fecale e urinario. Sulle feci si analizzano 25 parametri (consistenza, forma, colore, pH, muco, pus, sangue, emoglobina, eritrociti, leucociti, nitriti, peso specifico, chetoni, fibre vegetali, urobilogeni, bilirubina-stercobiline, proteine, zuccheri, grassi, cristalli di calcio, calcoli biliari, Lactobacilli, rapporto Lactobacilli/Enterobatteri saprofiti, Candida, Protozoi-Elminti), sulle urine si analizzano 2 parametri (indacanuria, test del cellobiosio). Questo test permette di diversificare qualità, quantità e sede di eventuali squilibri presenti nei vari tratti dell’apparato digerente.
Il Dott. Paolo Bianchini si è laureato con lode in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana presso l’Università degli Studi di Perugia con una tesi dal titolo “ La dieta come strategia antitumorale” ed ha ottenuto l’abilitazione all’esercizio della professione di Biologo presso la stessa Università. Ha conseguito con lode il Master internazionale di II Livello “La Celiachia: dalla clinica al management” presso l’Università Politecnica delle Marche di Ancona con una tesi dal titolo “Il ruolo del microbiota intestinale nella Malattia Celiaca e nell’Artrite Reumatoide”con relatore il Prof. Alessio Fasano, dell’Università del Maryland (USA).
Ha conseguito con lode il Master di II Livello dell’Università di Siena “Fitoterapia Applicata” con una tesi dal titolo “Il ruolo antitumorale dei funghi medicinali” con relatore il Prof. Ivo Bianchi.

Ha completato il Corso di Perfezionamento in “Nutrizione in età evolutiva” all’Università di Milano. Il Dott. Bianchini ha tenuto una lezione dal titolo: “Approccio al bambino figlio di genitori vegetariani e vegani”.

E’ esperto in PNEI (Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia) e in Tecniche di Gestione dello Stress.

Nutrizione ultima modifica: 2016-04-17T20:38:41+00:00 da thetalab