top of page
  • Thetalab

Il tempo infinito

Aggiornamento: 19 gen



Orologio

In un negozio ho visto un bellissimo tavolino da salotto: tondo con un grande orologio disegnato sulla superficie. E sollevando lo sguardo un altro grande orologio appeso alla parete. Ammetto che vivere quotidianamente in un ambiente con tali oggetti potrebbe instillare una certa ansia, ma in una società in cui ci si ritrova perennemente impegnati in qualcosa, ogni tanto, un’occhiata consapevole al tempo che passa certamente non guasterebbe.


Che valore dai al tuo tempo?

Spesso viviamo come se i giorni a nostra disposizione non dovessero terminare mai. Poi, capita di sentire di qualcuno, anche solo vagamente vicino a noi, che muore di colpo o nello spazio strettissimo di poche settimane e per qualche giorno, inevitabilmente, avvertiamo la sensazione che il tempo a nostra disposizione potrebbe terminare quando meno ce lo aspettiamo. Il pensiero che la nostra vita potrebbe avere fine ci atterrisce e blocca. Così aspettiamo che la brutta impressione, lentamente, sbiadisca per poter tornare alla frenetica inconsapevolezza quotidiana.

Provate invece per un attimo a pensare di poter vivere ancora solo per qualche giorno. Dopo aver deglutito per non soffocare dalla paura e dopo aver fatto, se siete scaramantici, i dovuti scongiuri, che cosa fareste? Pensate a quali rimpianti non vorreste avere quando vi doveste trovare al fatidico momento. Avete coltivato fino ad oggi i vostri desideri profondi? Oppure avete bene interpretato il ruolo che qualcun altro vi ha assegnato? C’è qualcuno a cui vorreste esprimere i vostri apprezzamenti o sentimenti? O magari l’orgoglio o le circostanze ve lo hanno impedito? Vivete profondamente amicizie sincere e amori intensi e passionali o consumate relazioni brevi e superficiali?


I giorni perduti

Nell’emozionante racconto ‘I giorni perduti’ di Buzzati, un uomo, rincasando, vede portar via da uno sconosciuto alcune casse dalla sua villa. Dopo averlo inseguito scopre che quelle casse contengono i suoi giorni ‘perduti’: la fidanzata che aveva lasciato andare via, il fratello malato che aveva trascurato e il suo cane ormai vecchio che lo attendeva inutilmente. A nulla servono le suppliche per riprendersi quei giorni, a nulla serve il denaro accumulato; i giorni non possono essere comprati. Come scrive Buzzati: ‘Era troppo tardi e nessun rimedio era più possibile’.


Allora non perdiamo più tempo, agiamo per riprenderci la vita, quella vera, quella costellata di valori importanti come l’onestà, il rispetto, la gratitudine, l’amore, la libertà la salute, l’impegno, l’altruismo.. Dedichiamo ogni giorno un po’ di tempo alla riflessione e al miglioramento personale. Coltiviamo amicizie durature, preserviamo la nostra salute, amiamo profondamente il nostro partner e la nostra famiglia, facciamo qualcosa di buono per la società e per il mondo.. Riempite i vostri giorni di sogni e allontanerete i rimpianti.


Daniela Mazzitelli


(Il presente testo è coperto dalle leggi sul diritto d’autore, pertanto non è riproducibile senza previo consenso.)

Benessere corpo mente casa look 360°

Post recenti

Mostra tutti

Opmerkingen


bottom of page